Contenuti

Chi è la Dama ritratta da Leonardo?

L'Autore sposa la teoria del professor  Carlo Pedretti uno dei massimi  studiosi di Leonardo  che già nel 1956 nel suo libro "Studi Vinciani" afferma che  la Dama ritratta è Pacifica Brandani  amante di Giuliano de Medici.

Pacifica Brandani morì di parto così come viene scritto anche nel libro: “Gli Archivi della Storia d’Italia” di Giuseppe Mazzatinti (Gubbio, 1855 Forlì, 1906) filologo, bibliografo e bibliotecario italiano che riporta senza alterarne il contenuto documenti ritrovati nell’Archivio del Brefotrofio di Urbino, secondo ciò che viene trascritto, l'autore ha così desunto le date di nascita di IIppolito de Medici (figlio di Giuliano e futuro Cardinale) e  di morte di Pacifica Brandani.

Quando Leonardo inizia il dipinto?

Secondo il Vasari Leonardo cominciò a dipingere l'opera nel 1503, dopo il suo ritorno a Firenze ma sempre secondo il Pedretti Leonardo potrebbe aver iniziato il dipinto durante la sua permanenza a Roma tra il 1513 e il 1516, ancora una volta l'Autora sposa le teorie del Professor Pedretti e ne conferma la validità grazie alla costruzione esoterica che lo porta ad affermare che la Gioconda vide la Luce precisamente  alle ore 0:15 del 27 GENNAIO 1514.

Ulteriori contenuti saranno inseriti il 27 gennaio 2014.

Come promesso ecco ancora qualche anticipazione sul contenuto del libro.
Parliamo subito del perchè l'Autore afferma che oggi 27 gennaio 2014 è il compleanno della Gioconda.
Naturalmente non possono essere svelati i vari passaggi che troverete nel libro.
A tale risultato concorrono naturalmente le lettere L e S e i numeri 7 e 2 presenti nel dipinto, oltre a degli anagrammi le gati ai personaggi che contribuiscono alla costruzione esoterica del dipinto (naturalmente il numero dei personaggi lo scoprirete leggendo il testo).
La  fase della "costruzione esoterica" che l'Autore chiama "costruzione anagrammatica del dipinto"  permetterà a Leonardo di creare i mattoni per la "costruzione del dipinto" .
Fondamento di tutto il dipinto risultano essere due termini ottenuti dagli anagrammi che permeano l'intera opera legati a quella cultura Indo-cinese ancora per molti versi sconosciuta in Europa e in Italia nel periodo Rinascimentale ma in cui Leonardo trova quei concetti a lui cari .
                      "La conoscenza è la consapevolezza e la comprensione della “verità” attraverso l'esperienza
o l'apprendimento (a posteriori), ovvero tramite l'introspezione (a priori).
Lo stesso Leonardo che attinge il suo sapere dalle teorie Platoniche e Aristoteliche
asserisce che essa si ottiene tramite l’empirismo e l’apprendimento".
(Passo Tratto da IL VERO CODICE DA VINCI).
Nei secoli l'attenzione degli studiosi di Leonardo e della Gioconda è sempre stata rivolta al suo sguardo e naturalmente al suo sorriso ma il vero nucleo di tutto il dipinto l'Atman (devanagari आत्म‍ è un termine sanscrito di genere maschile, che indica l'"essenza" o il "soffio vitale") sono le MANI il loro simbolismo ci permette oltre ad una serie di considerazioni relative a comprendere il vero significato del dipinto anche di poter datare l'inizio del dipinto e cioè il 27 gennaio del 1514.
Naturalmente le sorprese non finiscono in quanto i simboli alfanumerici a seconda del loro utilizzo diventeranno gradi primi e secondi o carte dei Tarocchi o ancora note dando vita ad una Melodia, inoltre daranno vita a  poemi basati sulle sacre scritture e che interpretati ci racconteranno la storia della Famiglia Medici e del suo Mecenate e infine i fatidici messaggi criptati in cui Leonardo ammonisce e canzona il suo giovane Amico Giuliano (de Medici).
Il prossimo 27 febbraio in anteprima vedremo alcuni dei messaggi criptati.
 
Eccomi di nuovo con nuove "RIVELAZIONI" sul  contenuto di questo libro
Fra i tanti argomenti affrontati vi sono anche "RIVELAZIONI" non direttamente collegate alla Gioconda come la provenienza del nome Maddalena che sveleremo ora in anteprima.
Ecco la "RIVELAZIONE" tratta dalle pagine del libro:

"...Lasciare invariato il nome di Mariam Magdalta, ovvero Maria Magnificata, avrebbe probabilmente sollevato molti dubbi nei futuri fedeli della nuova religione, dato che questo era il titolo che spettava a coloro che nelle religioni esoteriche erano giunti all'illuminazione questo era il titolo che spettava a coloro che nelle religioni esoteriche erano giunti all'illuminazione.Dunque si fa derivare l'aggettivo Maddalena nel senso "di proveniente da magdala" dalla lingua latina o ebraica senza tener conto di un'altra lingua autoctona l'arabo, difatti Maǧd che in lingua araba si scrive

المجد

è un nome maschile arabo e significa "Gloria" ed e' 'particolarmente comune tra i cristiani arabi. Nell'Arabia pre islamica erano venerate un gruppo di 3 Dee (guarda caso tre sono anche le Marie ), considerate come figlie di Allah e menzionate nel Corano Sura 53,19 conosciute collettivamente come le 3 GRU.

AL UZZA Potente Dea della Stella del Mattino.

MENAT Crono Dea del Fato e del Tempo il suo simbolo è la Luna.

AL LAT Dea Madre di prosperità che sovrintende la fertilità della Terra e delle Genti, La Grande Madre il suo simbolo era il Sole che da vita. Quindi il nome MADDALENA deriverebbe come altre volte dimostrato per altri nomi dall'unione di due parole arabe :

اللاتالمجد   MAGD -AL LAT  Gloriosa Al Lat

che potrebbe essersi trasformata poi in

  المجد الله 

 GLORIA AD ALLAH

Che i Vangeli hanno poi trasformato in MARIA DI MAGDALA....."

Questa è una delle tante "Verità" ipotizzate contenute nel libro, so che siete impazienti di conoscere i messaggi celati da Leonardo e quale sia il metodo per ottenerli ma per il momento rimarrà un segreto che scoprirete solo leggendo il "VERO CODICE DA VINCI L'ARCANUM METHODUS".

Per non lasciarvi a bocca asciutta e incuriosire i più scettici sveleremo due messaggi ovviamente senza spiegarne il procedimento.

Chi ama l'enigmistica conosce sicuramente le parole crociate crittografate, bene Leonardo per questo messaggio utilizza tale tecnica così da ottenere la seguente frase:

ABLAIS G.B.

Termine francese in uso all’epoca di Leonardo con il seguente significato: consuetudine che indicano sotto questo nome le biade mietute che sono tuttavia sul campo.

(tratto da Dizionario Universale ossia repertorio ragionato di giurisprudenza e… Philippe Antoine Merlin - 1841)

Naturalmente significato costruzione e legame con il dipinto lo scoprirete solo acquistando il Saggio "IL VERO CODICE DA VINCI L'ARCANUM METHODUS".

Ecco ora uno tra i tanti messaggi ottenuti con una tecnica diversa dal precedente e forse tra i più curiosi che Leonardo indirizza al suo "Committente".

 

GAS DAL RETRO DEL FALCO

Che ricorda una delle tante Facezie (detto arguto e piacevole), scritte da Leonardo e raccolte negli “Scritti Letterari”

Due camminando di notte per dubbiosa via, quello dinanzi fece grande strepido col culo; e disse l’altro compagno: “Or veggo io ch’i son da te amato” “Come?” disse l’altro. Quel rispose: Tu mi porgi la correggia perch’io non caggia, némi perda da te.

Ciò dimostra che le frasi celate ,se ancora ce ne fosse bisogno, sono opera di Leonardo e comprovano l’amicizia che legava il Grande inventore al suo Mecenate.

A questo punto vi rimando al 27 marzo 2014 con nuove "RIVELAZIONI"  questa volta sul simbolismo presente nella Gioconda, verrà svelato un nuovo simbolo scoperto all'interno del dipinto, sarà finalmente svelato l' EDITORE di questo Saggio e chi ne curerà la Prefazione e probabilmente anche il giorno di presentazione al pubblico.

Capisco che molti rimarranno delusi e penseranno che sia tutta una "BUFALA" ma posso assicurarvi che non è così dovete solo avere  la pazienza di aspettare ancora un pò, purtroppo la pubblicazione di un libro come questo ha necessariamente bisogno di tempo per arrivare ad un buon  livello qualitativo quindi tralascerò volontariamente le "RIVELAZIONI" che vi avevo preannunciato e parleremo delle misure del dipinto e come queste siano in relazione con Leonardo.

Le misure come abbiamo visto sono espressione dei 4 personaggi  (lo scoprirete leggendo il libro) come 4 sono i lati che racchiudono il dipinto.

Il loro rapporto

77 /53= 1.452 (83018867)

Che esotericamente dimostra la relazione tra il dipinto (e le sue misure) con chi lo crea 1,452 infatti è l’anno di nascita di Leonardo, mentre la somma dei numeri decimali 8+3+1+8+8+6+7=41=4+1=5 rappresentano il Salai senza il quale il ritratto non sarebbe esistito.

Ecco che divinazione e analisi matematica si incrociano, una proporzione matematica, spiegherà meglio tale concetto di relazione

77 : 53 = 1452 : 1000

77=1452   ;   1,452=1,452

53  1000

La creazione delle misure della tavola che a loro volta permetteranno di dare vita al ritratto sta alla nascita di Leonardo come egli sta al “tutto” il 1000 = numero della totalità. 1000 = 10 = valore cabalistico del Sole (n. 19 dei Tarocchi e numero delle lettere di Gian Giacomo Caprotti, il Salai) inteso come creazione nascita del tutto dell’Origine, quindi Leonardo con questa proporzione dimostra che senza la sua nascita  e naturalmente senza il Salai il dipinto non sarebbe mai nato  .

Le cifre 53 e 77 sono parte di una serie di Fibonacci.... (ma questo lo scoprirete leggendo il libro) al prossimo 27 Aprile.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Rivista ARCHEO MISTERI MAGAZINE numero 12 di OTTOBRE
che trovate da oggi in tutte le edicole presenta a pagina 30 il libro
"I SEGRETI CODICI DELLA GIOCONDA"
chi acquisterà la rivista potrà in anteprima leggere la prefazione del Professor Silvano Vinceti e scoprire la posizione della frase trovata dall'autore all'interno del dipinto.
In Attesa del Libro BUONA LETTURA!

 

http://www.harmakisedizioni.org/?p=639

In uscita la prossima settimana da Harmakis Edizioni

- I Segreti Codici della Gioconda - di Agostino De Santi Abati

"I Segreti Codici della Gioconda"  al Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica 2015

Gentile Agostino De Santi Abati
Desidero ringraziarla personalmente - e a nome del comitato scientifico - per la sua gradita partecipazione all'edizione 2015 del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica che registra anche quest'anno una presenza numerosa e di qualità.

Nei primi giorni di novembre metteremo in linea sul nostro sito l'elenco delle opere che su indicazione delle giurie d'area, già al lavoro dal 20 settembre scorso, accederann...o alla fase finale del Premio.

Sarà in tale rosa di opere che verranno selezionati entro fine novembre i libri, gli articoli e gli autori che si contenderanno i Premi in palio nel corso della manifestazione conclusiva in programma a Roma giovedì 17 dicembre. L'elenco di queste opere non verrà reso pubblico attraverso il sito ma comunicato soltanto agli interessati.
La manifestazione conclusiva del Premio - durante la quale il comitato scientifico e una giuria popolare voteranno in diretta i vincitori - si svolgerà giovedì 17 dicembre 2015 a Roma dalle ore 15 alle 18,00 nella Sala Convegni del CNR (Piazzale Aldo Moro 7)

Con l'augurio di poterla incontrare in quell'occasione le invio i miei più cari saluti
Dr. Giancarlo Dosi
presidente

Associazione Italiana del Libro

 

 
525 opere presentate, tra libri e articoli, per un totale di 677 autori in gara: con questi numeri si […]

 

Harmakis Edizioni

 

Appena arrivato dalla tipografia... fresco di stampa!

"I Segreti Codici della Gioconda" di Agostino De Santi Abati edito da Harmakis Edizioni

PRONTI PER LA DISTRIBUZIONE!

 

BENE RAGAZZI IL LIBRO E' ARRIVATO E SE E'ARRIVATO A ME, E' DISPONIBILE IN TUTTE LE LIBRERIE E SE NON C'E' BASTA ORDINARLO,
PER CHI E' DI BARI E PROVINCIA PUO' TROVARE IL LIBRO O ORDINARLO ALLE SEGUENTI LIBRERIE (naturalmente potete ordinarlo IN QUALSIASI LIBRERIA D'ITALIA !)

Mondadori Point - Edicolè Bari
Libreria...
Corso Sonnino 193 · 080 558 396

la Feltrinelli Librerie
Via Melo da Bari, 119 · 199 151 173

Libreria Roma
Piazza Aldo Moro, 13, 70122 Bari
080 521 1274

Edicola del Santo
Viale Einaudi 7/9 Bari
tel 3384168419

I Segreti Codici.... è presente su http://www.ibs.it/…/de-s…/segreti-codici-della-gioconda.html

Ricordo inoltre che I Segreti codici.... partecipa all'edizione 2015 del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica Associazione Italiana del Libro
http://www.associazioneitalianadellibro.it/…/al-via-ledizi…/

 

 

ANCHE SGARBI LEGGE
"I SEGRETI CODICI DELLA GIOCONDA"
BARI 6 NOVEMBRE 2015
HOTEL VILLA ROMANAZZI
La Fondazione G. Tatarella, nell'ambito del ciclo "Incontri d'Autore", ha ospitato il critico d'arte Vittorio Sgarbi che ha presentato il suo libro ...
"Dal cielo alla terra" - da Michelangelo a Caravaggio.
Nell'occasione ho potuto parlare con lui e omaggiarlo del mio libro con tanto di dedica .

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO di DOMENICA 13/12/2015
  ARTICOLO a pag XX sez. cultura e spetttacolo
  MONNA LISA?
  UN BARESE SVELA I MISTERI DEL LEONARDO ESOTERICO...
  di Livio Costarella

Nuovo elenco

I SEGRETI CODICI DELLA GIOCONDA

PREMIAZIONE de I SEGRETI CODICI DELLA GIOCONDA al Concorso Internazionale GLOBALART 2016 Mostre, Bari, Noicattaro, 16 aprile 2016 Finissage 16 aprile 2016.ORE 19,00 Concorso Internazionale Globalart 2016  dal tema Il Narcisismo e L'incapacità di Amare  Il piacere di amare fino a...

Calendario eventi

Il nuovo libro che svela il "METODO" di Leonardo

10.11.2013 17:52
IL VERO CODICE DA VINCII SEGRETI CODICI DELLA GIOCONDA SABATO 9 GENNAIO 2016   PRESENTAZIONE NAZIONALE DEL LIBRO ...  "LE CONFESSIONI DI UN ILLUMINATO VOL.1 REMIX".  Dalle ore 16 alle ore 20 presso le SCUDERIE ESTENSI di TIVOLI. OSPITI I RELATORI Agostino De Santi Abati introdotto da...

Nuovo evento

10.11.2013 12:17
La data di presentazione del libro al momento non è disponibile